Amalfi. E’ tutto pronto per l’esordio musicale dell’Ensemble a plettro “Le Corde della Costa d’Amalfi”.

Grazie al contributo delle Amministrazioni Comunali di Amalfi e Ravello, e al patrocinio della Provincia di Salerno, l’Associazione Mandolinistica Costiera Amalfitana (A.MA.C.A.) realizzerà il primo progetto ideato per le prossime Festività Natalizie.

“Noi dell’A.MA.C.A. abbiamo la vocazione condivisa di valorizzare la nostra esperienza musicale e di restituirla al pubblico attraverso le nostre corde, con l’intento di diffondere la straordinaria qualità e raffinatezza degli strumenti a plettro” – è quanto si legge sul sito ufficiale dei musicisti, all’indirizzo  www.associazioneamaca.com.

Un’associazione mandolinistica, dunque, nata sul territorio della Costiera Amalfitana, tra limoni, tradizioni millenarie e antichi strumenti a corde.

Sono mandolini, mandole, mandoloncelli, liuti, chitarre e contrabbassi, strumenti dalle personalità uniche e complesse, la cui versatilità li rende malleabili e poliedrici, in grado di spaziare dalla musica popolare a quella classica, dalla musica antica a quella contemporanea, fino alle magiche melodie natalizie.

Ad immergere il pubblico nella mistica atmosfera del Natale sarà “Il Concerto di Natale 2011” dell’Ensemble a plettro “Le Corde della Costa d’Amalfi”, sotto la direzione del M° Carmine Milo.

La proposta artistica promossa dagli orchestrali si articolerà in quattro momenti: La Pastorale Natalizia del ‘700, il Mandonilistico Natale, il Natale Napoletano e la Tradizione Natalizia.

L’Ensemble, con un salto nel passato, farà rivivere l’atmosfera musicale del Natale di tre secoli fa. Sono gli anni in cui Arcangelo Corelli, considerato uno tra i più grandi compositori dell’età barocca, elabora il Concerto grosso per la notte di Natale.

La seconda parte del Concerto è un’idea che affonda le radici nelle musiche natalizie tratte dal repertorio mandolinistico italiano a cavallo tra l’800 e il ‘900.

Nella terza parte dell’esibizione, partendo dalle semplici note di S. Alfonso Maria De’Liguori, si approda al misticismo pagano dei canti popolari tradizionali, passando attraverso la declamazione poetica dei testi dedicati al Natale di celebri autori napoletani quali Di Giacomo, Viviani, Bovio, Gill e Murolo.

L’Ensemble “Le Corde della Costa d’Amalfi”, con il dolce tremolo dei mandolini, delle mandole e dei mandoloncelli, sostenuto dall’elegante accompagnamento delle chitarre e del contrabbasso, concluderà  la performance con una composizione che racchiude le più celebri canzoni sul Natale: è questo il momento delle tradizionali e immortali partiture che inneggiano alla Santa Notte arrangiate con sapienza dal M° Giuseppe Di Bianco.

L’intento è quello di creare un’atmosfera delicata e raffinata, per regalare all’ascoltatore un momento di spensieratezza e spirito di condivisione.

Il nastro sarà tagliato Mercoledì 21 dicembre nell’incantevole scenario medioevale del Castello Arechi a Salerno (ore 20.30).

Nella divina costiera si potrà assistere all’evento il 23 dicembre ad Amalfi presso gli Antichi Arsenali della Repubblica alle ore 21.15, e il 30 dicembre a Ravello all’interno della Chiesa di Santa Maria a Gradillo alle ore 12.

L’Orchestra si esibirà anche nel centro storico di Napoli: l’appuntamento è previsto per il 26 dicembre nella Basilica di San Lorenzo Maggiore alle ore18.30.