Tag

, , ,

susamielli

Tipici della tradizione campana, i susamielli sono dei deliziosi dolci natalizi a base di miele e devono il loro nome alla curiosa forma ad “S”.

Anticamente si distinguevano due tipi di “susamiello”: quello nobile , a base di farina bianca, che veniva offerto alle persone di riguardo, e quello per gli zampognari, a base di elementi di scarto, che veniva offerto alla servitù e a coloro che andavano a suonare per le case. Vi era inoltre il Susamiello del buon cammino, a base di marmellata di amarene che veniva offerto ai religiosi.
Ancora oggi molte persone si cimentano nella preparazione casalinga di questo dolce, soprattutto per ossequiare la tradizione locale, che da sempre ha reso le massaie protagoniste indiscusse di ogni ricorrenze.
La ricetta di seguito è tratta dal libro “Na Nziria”di Giuseppe Pappalardo che indaga sulla storia e le tradizioni enogastronomiche della Costiera Amalfitana.
Senza dilungarci troppo, ecco la ricetta.

Buona preparazione!

Ingredienti : miele 350 gr., zuccheto 250 gr., acqua 10 gr., farina 600 gr., mandorle 300 gr., canditi 250 gr., cannella 2 gr., vaniglia 1 bustina, ammoniaca 7 gr. disciolti in 50 gr. di succo d’arancia.
Preparazione: in un pentolino mettere il miele, lo zucchero e l’acqua, portare ad ebollizione (lo zuccheto si deve sciogliere), far raffreddare ed unire le mandorle spezzettate grossolanamente, i canditi, la cannella, la vaniglia e l’ammoniaca disciolta nel succo di arancia, poi la farina. Impastare bene. Formare un cordoncino e quindi tante “esse” di circa 60 gr. l’una, mettere in placca e pennellare con acqua fredda, poi al forno a 170° per 15 minuti.

(Il libro “Na Nziria” di Giuseppe Pappalardo è edito da Terre del Sole-edizioni. Anno di pubblicazione:2002; Pagine: 64).

L’Hotel Santa Lucia ha preparato delle offerte speciali per il ponte dell‘Immacolata e per le feste natalizie, in particolare per la notte del 31 dicembre in Costiera.